Introduzione

Non è facile condensare in poche righe un’attività che ci vede protagonisti da quasi venti anni, silenziosamente attivi ogni giorno, per creare e mantenere una stabilità di prodotto, valutando le migliori innovazione tecnologiche e le best practice significative per i sistemi informativi nella concessionaria. Benefici che direttamente si ripercuotono su chi utilizza i prodotti ed i fornitori certificati da IRFA, innalzando allo stesso tempo la qualità del resto del mercato, costretto dalla nostra continua evoluzione ad offrire prodotti di alto spessore e livelli di servizio adeguati per cercare di mantenere un corrispondente equilibrio competitivo.

La nostra mission: rendere i bisogni dei concessionari protagonisti nelle scelte di sviluppo dei sistemi informativi in condivisione con la Casa e con i Fornitori certificati.

La Storia

Il Consorzio IRFA vede i suoi albori nella seconda metà del 1997, dove un gruppo di concessionari ha l’intuizione di creare un ente tecnico trasversale a tutti i marchi del gruppo FIAT, che avesse competenza per tutto quello che riguardava il mondo dell’information technolgy.

Venne costituita una commissione di lavoro composta da diversi concessionari allargata a funzionari IT di FIAT e a società di consulenza informatica e aziendale per supportare i concessionari nella gestione di questo progetto. Vennero definite le direttive di IRFA, realizzato il flusso dei processi di una concessionaria, individuati i fornitori di DMS presenti sul mercato e venne creato un data base contenente le informazioni sui concessionari, la composizione delle loro strutture e i DMS in essere. Dopo l’individuazione dei requisiti del fornitore, individuazione delle funzionalità del DMS sulla base dell’analisi dei processi e realizzazione delle funzionalità necessarie, vennero creati i criteri di valutazione dei fornitori.

Effettuata una DMS selection sulle caratteristiche e requisiti definiti, dopo la selezione di due fornitori, del loro processo di certificazione, della definizione dei livelli di servizio e sottoscrizione degli Accordi Quadro, iniziò quella che oggi potremmo definire le versione 1.0 di IRFA.

IRFA 1.0 La base

Il lavoro in quegli anni fu rivolto verso la crescita dei DMS certificati, al fine di renderli stabili e perfettamente integrati arricchendoli di funzionalità atti a soddisfare le esigenze tradizionali di una concessionaria. Questo modo di lavorare rivoluzionò il mercato: i concessionari erano diventati una parte attiva nel processo implementativo e di crescita delle soluzioni. Trasversalmente, portò anche a una crescita verso l’alto dei prodotti dei fornitori non certificati per cercare di stare al passo con le mutazioni del mercato. I fornitori che non avevano la possibilità di restare aggiornati, di allargare le proprie competenze e la capacità di investimento per salvaguardare gli investimenti hardware e software dei concessionari nel tempo, scomparvero in poco tempo.

Venne svolto anche un grande lavoro di consulenza e supporto per i concessionari: sulla valutazione delle offerte, sui passaggi a nuove piattaforme hardware, sulla scelta di nuovi sistemi operativi.

Contemporaneamente iniziarono a consolidarsi le basi dei rapporti con gli enti tecnici di FIAT, condivisioni di vedute, progetti ed obiettivi. Evidentemente per un ente tecnico qual è IRFA questo tipo di rapporti è naturalmente meno difficile da gestire: parliamo tutti la stessa lingua e il focus è comune, magari con obiettivi diversi che partano da visioni diverse, almeno inizialmente, ma con la grande consapevolezza di lavorare nella stessa direzione riusciamo a trovare quegli accorgimenti che ci permettono di trovare soluzioni a beneficio di tutti. E questo con la collaborazione dei nostri partner certificati.

IRFA 2.0 La continuità

Consolidati i rapporti con la Casa  e con i fornitori certificati, proseguendo verso la continua crescita e miglioramento dei DMS sui quali si gettano le basi per integrazioni web oriented, configuratori, soluzioni di Business Intelligence, CRM, Data Warehouse, storage on Cloud, Hosting …

Viene individuata una nuova direzione di focus rivolta alla gestione delle integrazioni col mondo della Casa. Sono gli anni in cui si inizia a stingere sempre più le maglie di quel rapporto che è oggi quello di IRFA con FCA. Sui tavoli operativi i rappresentanti dei concessionari prendono decisioni che porteranno a progetti importanti e complessi che coinvolgeranno le concessionarie. Anche questo ci differenzia dalle altre Case dove tali scelte sono imposte: il concessionario diventa parte attività nello studio di realizzazioni e/o implementazioni che riguardano la sua sfera di competenze.

Vengono sviluppati progetti sempre più ad impatto europeo, come Link, eSales, eService, DLP, Prim, BM, Vi Advisor ecc. solo per citarne alcuni. E ogni giorno viene svolto un lavoro di monitoraggio, analisi e implementazione sui flussi delle informazioni, per aggiornarli e arricchirli con novità o esigenze che sopraggiungono.

IRFA 3.0 Il balzo in avanti

Come individuato e indicato dal Consiglio Direttivo, oltre a quanto sopradescritto, le nuove frontiere sulle quali si orienterà l’attività di IRFA nei prossimi anni saranno quelle della gestione delle Lead, del mondo Web e dei Social Media, della Customer Experience, tutelando i Concessionari della rete nei confronti delle innovazioni e supportandoli nei nuovi scenari competitivi.

Il Comitato Tecnico, composto nel modo più organico possibile (prodotti utilizzati, dimensioni aziendali, area geografica di provenienza diversi tra loro), sarà il vero organo propulsivo del Consorzio. Da qui nasceranno le nuove idee di implementazione e di utilizzo che cercheremo di sviluppare e mettere a disposizione delle aziende Concessionarie consentendo ai processi di essere sempre più snelli e pronti ai cambiamenti contemporanei.

IRFA ad oggi è tutto questo: un ente per i Concessionari inserito in un progetto molto ampio, articolato e complesso che, se dal lato della Casa, risulta essere un partner affidabile e interlocutore privilegiato sui tavoli gestionali e operativi per le implementazioni che hanno impatto sulla Rete, dall’altro fornisce ai propri associati non solo un’adeguata risposta tecnologica, supportata a corollario da un’ampia gamma di servizi, con condizioni esclusive e riservate, ma numerosi SLA (Service Level Agreement – Livelli di Servizio) puntualmente e precisamente monitorati per erogare una soluzione idonea, moderna e completa agli associati e la garanzia che i fornitori certificati abbiano le caratteristiche, costantemente aggiornate nel tempo e adeguate alle novità tecnologiche e alle best practice, tali da renderli partner sicuri e affidabili per i Concessionari associati.

Presidente IRFA Rocco Carlomagno

Direttore Maurizio Buonazia

Contatti:  maurizio.buonazia@irfa.it – Cell 346 3553998

 

I nostri partner e i prodotti certificati

CDK

Prodotti certificati:

DMS Windrakkar
Dealer Management System

Autoline
Dealer Management System

Global

Prodotti certificati:

Data Car

Visual Software

Prodotti certificati:

DMS Infinity
Dealer Management System